errata trasmissione dello sconto permanente

di registrazione, tranne per gli autotrasportatori, per i quali vale la data di annotazione nel registro IVA anche per le fatture emesse. In particolare l'Agenzia chiarisce che la dispensa dall'adempimento è valida solo se i suddetti soggetti svolgono l'attività in terreni ubicati, in misura maggiore al 50, nelle zone montane di cui articolo 9 del dpr. È previsto invece lesonero dallinvio dei dati delle fatture emesse nei confronti dei consumatori finali. Lo spesometro è una delle comunicazioni obbligatorie che i titolari di partita iva devono inviare allAgenzia delle Entrate. Tra le novità del 2018 appunto il cosiddetto spesometro light oltre alla variazione delle date è stata introdotta anche la possibilità di inviare in un unico documento sconto senior msc etapas riassuntivo le fatture sotto i 300 euro, indicando partita Iva o codice fiscale, numero e data della fattura. 1 sia per la trasmissione dei dati delle fatture prevista dall'articolo 21 del dl 78/2010, l'Agenzia ha previsto che i dati acquisiti saranno messi tempestivamente a disposizione dei contribuenti che li hanno inviati, nella sezione. Il documento di prassi ha precisato che beneficiano dell'esonero dall'invio della comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute i soggetti che, avvalendosi del regime speciale per i produttori agricoli, esercitano l'attività in terreni ubicati in misura maggiore al 50 in zone montane. Per agevolare il compito dei contribuenti l'.

In questo caso le sanzioni previste sono pari a 2 euro per ciascuna fattura fino ad un massimo.000 euro a trimestre, e quindi.000 euro tenuto conto dellinvio semestrale. 1ell'ambito delle misure di contrasto dell'evasione. La finalità è quella di instaurare un processo di dialogo predichiarativo tra l'Agenzia e i contribuenti con il quale emergano, dall'analisi dei dati trasmessi, potenziali incoerenze tra i dati delle fatture e quelli delle liquidazioni Iva. Per l'omissione o l'errata trasmissione dei dati è prevista l'applicazione della sanzione amministrativa di 2 euro per ciascuna fattura, con un limite massimo di euro.000 per ogni trimestre. . In particolare, deve trattarsi di terreni: situati ad una altitudine non inferiore a 700 metri slm (o rappresentati in particelle catastali che si trovano anche solo in parte a questa altitudine) compresi nell'elenco dei territori montani compilato dalla commissione censuaria centrale facenti parte di comprensori. È fissata al la scadenza per la presentazione dello spesometro relativo al secondo semestre 2017. Pu avvenire utilizzando la piattaforma gratuita disponibile sul sito dellAgenzia delle Entrate Fatture e Corrispettivi. Sono esonerati : i produttori agricoli delle zone montane; quelli che hanno scelto il regime facoltativo della trasmissione dei dati delle fatture allAgenzia delle Entrate; i soggetti con regime agevolato forfetario; i soggetti con regime dei minimi. Per quanto riguarda lo spesometro relativo al secondo semestre del 2017, è necessario comunicare i dati in modalità analitica comprendendo: i dati identificativi dei soggetti coinvolti nelle operazioni (basta partita iva/codice fiscale la data e il numero della fattura; la base imponibile; lal" applicata; limposta;. 1In materia di Iva, sono stati stabiliti, a decorrere dal, alcuni nuovi adempimenti telematici a cadenza trimestrale, che sostituiscono i precedenti obblighi comunicativi dei quali è stata prevista l'eliminazione.

105/E di oggi l'amministrazione finanziaria ha fornito chiarimenti in merito all'esonero dall'obbligo di trasmissione telematica all'Agenzia delle entrate dei dati delle fatture emesse e di quelle ricevute e registrate, previsto dall' articolo 21 del decreto 78/2010 per i soggetti con volume d'affari non superiore. In relazione alla locuzione " situati nelle zone montane di cui all'articolo 9 del decreto del Presidente della Repubblica.